Cronaca

Napoli, corsa sul lungomare: feriti due ragazzi nell’incidente

Ennesimo incidente a Napoli dove una moto in corsa sul lungomare. Nel sinistro sono rimasti feriti due ragazzi, il giorno di Natale.

Napoli, corsa sul lungomare: feriti due ragazzi nell’incidente

Sul lungomare di Mergellina un incidente stradale è avvenuto il giorno di Natale. La corsa di due centauri, a bordo di una moto Honda 750, si è conclusa con il loro schianto contro un palo della luce sul lungomare partenopeo. Fortunatamente, per entrambi i ragazzi, non ci sono state gravi conseguenze dal punto di vista clinico ma l’episodio ha, inevitabilmente, riacceso l’attenzione sulla sicurezza stradale nella zona.

La dinamica dell’incidente

L’incidente in moto è avvenuto intorno alle sei del mattino del 25 dicembre ma l’esatta dinamica di quanto è accaduto, è al vaglio dell’Unità Operativa Avvocata della polizia municipale guidata da Vincenzo Di Stazio.

Gli inquirenti sono a lavoro per ricostruire la causa della perdita di equilibrio del mezzo che, secondo il conducente, è stata una brusca sterzata per schivare un ciclista che era sulla corsia ciclabile. Compito dei poliziotti municipali, ora, sarà verificare la testimonianza del motociclista incrociando i risultati dei vari accertamenti in corso d’opera, a cominciare dalle immagini della videosorveglianza. Un altro dato importante, riguarda la velocità del mezzo che secondo i primi accertamenti, da confermare, viaggiava al di sopra del limite che, in quel tratto, è 30 chilometri all’ora.

Individuare il ciclista

Le indagini dei poliziotti municipali puntano anche a rintracciare il ciclista che, secondo il motociclista, avrebbe causato la sua brusca sterzata. Tra le prime testimonianze da acquisire, in ogni caso, c’è quella dell’uomo che si è fermato a soccorrere i due giovani e che, in effetti, è stato il primo a giungere sul luogo dell’incidente. Poco dopo lo schianto della moto contro il palo della luce, infatti, un automobilista si è fermato per aiutare i due ragazzi, trasportandoli in auto fino ad incrociare un’ambulanza. Il mezzo del 118, ha assistito il passeggero, in condizioni più gravi rispetto al conducente trasferendolo in ospedale. 

Nel frattempo, una pattuglia della polizia municipale è stata allertata da un cittadino che aveva notato la moto sul marciapiede e, vicino, una macchia di sangue. Infine, il conducente della moto, a cui è stata sospesa la patente perché guidava una cilindrata maggiore rispetto a quella per cui era patentato, ha ricevuto 10 giorni di prognosi, il passeggero, invece, 30 giorni.

Ileana Picariello

Ileana Picariello, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Back to top button