Cronaca

Napoli, ladri rubano lo stereo dall’auto dell’ex sindaco di Qualiano fuori allo stadio San Paolo

Napoli, ladri rubano lo stereo dall’auto dell’ex sindaco di Qualiano fuori allo stadio San Paolo. Amaro lo sfogo del politico sui social network.

Rubato lo stereo dall’auto dell’ex sindaco di Qualiano

Rabbia e delusione per Salvatore Onofaro, ex sindaco e attuale presidente del consiglio comunale di Qualiano, il quale ha subito il furto dello stereo dalla sua auto mentre seguiva la partita tra Napoli e Juventus allo stadio San Paolo. A riportare la notizia è “InterNapoli”.

Il politico era insieme ai figli quando è uscito dallo stadio e ha dovuto fare i conti con l’amara sorpresa. Immediato è stato il suo sfogo sui social network:

L’ALTRA FACCIA DI NAPOLI JUVE…Ho tentennato molto prima di pubblicare questo post ,poi ho ritenuto che andava fatto, sperando che vengano presi in futuro gli opportuni provvedimenti… Comunque, Questo é lo spettacolo che ho trovato domenica sera quando sono tornato a riprendere la macchina su Viale Kennedy con i miei due figli di quattordici anni.Avevamo pagato i nostri regolari tre euro a due parcheggiatori abusivi , avevamo gioito per la vittoria del Napoli. Volevamo solo tornare a casa sereni. Invece lo abbiamo fatto nel silenzio più totale. Semplicemente delusi da una parte di questa città e di un popolo che amo profondamente e che non smetterò mai di amare,sempre e comunque…

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto