Cronaca

Napoli, lite tra pizzaioli a colpi di pala in testa e coltellate

Napoli, lite tra pizzaioli a colpi di pala in testa e coltellate in via dei Tribunali, nel cuore del centro storico. Arrestato uno dei protagonisti della rissa. Durante la colluttazione, un uomo aveva ferito con una coltellata alla gamba sinistra l’altro, che a sua volte lo aveva colpito in testa con una pala per pizze. Fermato l’accoltellatore: è gravemente indiziato per tentato omicidio aggravato.

Lite tra pizzaioli a Napoli in via dei Tribunali

Si tratta di P.P., 56enne napoletano già noto alle forze dell’ordine per reati specifici, raggiunto questa mattina da un decreto di fermo del pubblico ministero presso la Procura della Repubblica di Napoli ed eseguito dai carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Napoli Centro, che da ieri stanno indagando sulla vicenda, accaduta in piena strada forse per futili mutivi.

La vicenda

Una lite per futili motivi ed una colluttazione tra i due pizzaioli su via dei Tribunali, forse per questioni di vicinato. A quel punto è intervenuto il padre di uno dei due, che ha sferrato una coltellata alla gamba sinistra dell’altro pizzaiolo, per poi essere ferito a sua volta da un colpo di pala per pizze alla testa.

Alla fine entrambi sono finiti in ospedale in condizioni non gravi. Questa mattina è arrivato poi il fermo per l’uomo che ha sferrato la coltellata, che deve rispondere così di tentato omicidio aggravato: l’uomo è stato quindi portato nel carcere di Poggioreale, dove si trova a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Le indagini

Le indagini da parte degli inquirenti proseguono: si cerca di ricostruire soprattutto le precise motivazioni della furibonda lite, che ha portato al ferimento di entrambi i contendenti e non è escluso che ulteriori sviluppi possano arrivare già nelle prossime ore.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto