Cronaca

Napoli, manager russo fermato per spionaggio economico

Un alto dirigente della Odk, una società statale russa che produce motori, sarebbe stato fermato a Napoli su richiesta degli Usa, che lo accusano di «spionaggio economico».

Manager russo accusato di spionaggio economico

Aleksandr Korshunov, 57 anni, è accusato di essersi appropriato illegalmente di documenti della General Electric e di informazioni protette da proprietà intellettuale in modo da utilizzarli per il programma russo Pd-14 per lo sviluppo di un motore per i nuovi aerei civili Ms-21.

Insieme a lui è accusato di spionaggio anche un italiano: Maurizio Paolo Bianchi, 59 anni.

Articoli correlati

Back to top button