Cronaca

È morto Ugo Cafasso, addio al re della pizza a Fuorigrotta

Lutto a Napoli dove è morto Ugo Cafasso, deceduto nei giorni scorsi, alla soglia degli 80 anni. Napoli dice così addio a un altro storico pizzaiolo: era anche tra i fondatori dell’Associazione delle Pizzerie Centenarie presieduta da Salvatore Grasso di Gorizia al Vomero.

Napoli, è morto lo storico pizzaiolo Ugo Cafasso

Una storia, quella di Ugo Cafasso, segnata dai nonni Giovanni e Adele. Quest’ultima fu tra le prime pizzaiole dell’epoca proveniente a sua volta da una famiglia di pizzaioli. Il marito invece lavorava in fabbrica, ma fu convinto dalla consorte a trasferirsi vicino al forno. E così diedero vita alla pizzeria Capasso a Porta San Gennaro dove il figlio, Peppino, imparò a fare le pizze, prima di lasciare il locale di famiglia per creare la sua attività a Fuorigrotta.

Si passò da Capasso a Cafasso, pare per un errore di trascrizione all’anagrafe: nel 1953 Giuseppe Cafasso apre nel 1953 la pizzeria che porta questo cognome- Ugo subentrò al padre portando in auge i suoi cavalli di battaglia: il “calzone di scarola”; la “Doc” (pomodoro, bufala, basilico e olio a crudo) e la “Ciro” (provola, pesce spada, rucola e scaglie di parmigiano).

Redazione L'Occhio di Napoli

Redazione L'Occhio di Napoli: comunicati stampa, notizie flash, contributi esterni del giornale

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio