Cronaca

Napoli, omicidio Romanò avvenuto per errore: depositate le dichiarazioni dei pentiti

Depositate le dichiarazioni dei pentiti Puzella e Accurso in merito all’omicidio di Attilio Romanò, ucciso per errore nel 2005 a Napoli.

Fu ucciso per errore: i pentiti depositano le loro dichiarazioni

Omicidio Attilio Romanò: sono state consegnate le dichiarazioni dei pentiti Gennaro Puzella e Antonio Accurso oggi, durante l’udienza di Appello del processo per la morte dell’uomo avvenuto il 24 gennaio 2005 nel proprio esercizio commerciale a Capodimonte, Napoli.

L’omicidio avvenne per errore e Marco Di Lauro è accusato in qualità di mandate di quella spedizione punitiva, dove a perdere la vita sarebbe dovuto essere il nipote di un boss degli scissionisti, titolare di quel negozio di telefonini dove lavorava Romanò.

Presenti in aula i familiari di Romanò e le parti civili mentre Marco Di Lauro ha rinunciato al collegamento in video conferenza. Prossima udienza il 7 ottobre.

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button