Cronaca

Napoli, una panchina rossa al porto per Ornella Pinto

Napoli, una panchina rossa al porto dedicata a Ornella Pinto. Ecco che cosa ha detto il padre ieri, 10 maggio

Napoli, una panchina rossa al porto dedicata a Ornella Pinto. “Politica carente, da tutti i punti di vista”. Severo ma realistico e che si attaglia alla situazione, il giudizio di Giuseppe pinto, il padre di Ornella, la trentanovenne uccisa nel marzo scorso dal compagno.

Una panchina rossa dedicata a Ornella Pinto a Napoli

Alla cerimonia di ieri, al Molo Pisacane, per la dedica di una panchina rossa, simbolo della lotta al femminicidio, mancavano politici, amministratori, e rappresentanti delle istituzioni scolastiche che rendessero omaggio alla vittima, insegnante e studiosa di pedagogia. “Questa panchina, per cui ringrazio l’autorità portuale e la Uil, e quella dedicatale ieri a Brusciano sono segnali forti che possono servire a riflettere su una politica che è carente sotto tutti gli aspetti“. Ornella, uccisa nel cuore della notte, in casa sua, dal padre del suo bambino, ora affidato alla sorella maggiore della donna, avrebbe compiuto proprio oggi quarant’anni.

Articoli correlati

Back to top button