Cronaca

Persona investita e uccisa da un treno della Cumana a Fuorigrotta: treni bloccati

Napoli, persona investita e uccisa da un treno della Cumana, la circolazione ferroviaria su tutta la tratta è stata interrotta

Shock a Napoli dove una persona è stata investita da un treno della Cumana, morendo sui binari. È accaduto nella mattinata di oggi, sabato 30 luglio, all’interno della stazione di Fuorigrotta della Cumana, alla periferia occidentale di Napoli. È accaduto alle 8 circa: da quel momento la circolazione ferroviaria su tutta la tratta è stata interrotta, come comunicato da Eav, la società che gestisce il servizio.

Napoli, persona investita e uccisa da un treno della Cumana

“Linee Flegree – Interruzione tratta – Causa investimento mortale (presunto suicidio)a Fuorigrotta, la circolazione ferroviaria sulla linea Cumana è interrotta sull’intera linea su disposizione dell’autorità giudiziaria. Seguiranno aggiornamenti” è la comunicazione ufficiale di Eav che ha istituito “un servizio di bus sostitutivi tra Piave – Fuorigrotta – Torregaveta (e viceversa), con effettuazione di fermate intermedie”.

Treni in ritardo sulla linea Circumvesuviana

Disagi anche per gli utenti della Circumvesuviana, altra linea ferroviaria gestita da Eav che collega Napoli con l’Area Vesuviana e con la Penisola Sorrentina. Proprio sulla tratta Napoli-Sorrento, come comunica l’azienda del trasporto pubblico, sulla linea si registrano fino a 30 minuti di ritardo. Ecco l’avviso diramato qualche minuto fa da Eav: “Linee Vesuviane – Ritardi – Causa problemi tecnici alla stazione di Castellammare di Stabia, si registrano ritardi di 30 minuti sulla tratta Napoli-Sorrento”.

Dramma anche nel Salernitano

Dramma anche sulla linea NapoliBattipaglia, dove tra le stazioni di Pontecagnano Faiano e Battipaglia una persona è morta investita da un treno. Ancora non si conoscono le generalità della vittima. Sotto shock i passanti. Si tratta del terzo investimento nel giro di pochi giorni.

Nel tratto interessato, al momento, il traffico ferroviario viene instradato su un unico binario. Rallentamenti fino a 60 minuti. Per i passeggeri del treno in questione, attualmente fermo nella stazione di Pontecagnano, è stato attivato un servizio sostitutivo con autobus.

Il precedente

Solo qualche giorno fa era avvenuto un altro drammatico incidente sui binari a Salerno. Questa volta, i fatti sono avvenuti alla stazione metropolitana di Arbostella. La vittima è il professore Luciano d’Elia. Docente al conservatorio di Salerno, era molto conosciuto e benvoluto da tutti in città. Stando a quanto ricostruito, il 63enne salernitano aveva scritto le sue ultime volontà in una lettera lasciata sul suo pc ritrovato acceso a casa sua. Pare che non avesse reagito bene alla notizia di una malattia.

Articoli correlati

Back to top button