Cronaca

Napoli, caduti pezzi di tufo da Castel dell’Ovo: nessun ferito

Paura a Napoli dove sono caduti pezzi di tufo da Castel dell’Ovo. Numerose pietre sono ancora a terra sulla scalinata che costeggia la fiancata est della fortezza. L’intero percorso, che collega i due piani del Castello, è dunque transennato, interdetto.

Caduti pezzi di tufo da Castel dell’Ovo

L’intervento di messa in sicurezza e di ripristino dovrebbe durare non più di quindici giorni. Ma se i lavori dovessero prolungarsi, potrebbero sorgere delle difficoltà per la gestione dei flussi.

L’antica fortezza di tufo presenta molte fragilità. Vento e salsedine agiscono sulla pietra gialla che in superficie è particolarmente friabile. Nel recente periodo c’erano state altre cadute di intonaci e di calcinacci, sia sul costone che guarda Santa Lucia ( lo stesso del crollo di pochi giorni fa) che alle due torri che sono all’ingresso del Borgo marinari. Una delle due è ancora ingabbiata per il restauro.

 

Articoli correlati

Back to top button