Cronaca

Scopre di essere positivo al Covid e prova a dare fuoco al pronto soccorso: sedato, scatta il Tso

Napoli, positivo al Covid prova a dare fuoco al pronto soccorso. Attimi di tensione ieri all'ospedale Cardarelli

Attimi di tensione all‘ospedale Cardarelli di Napoli dove un paziente positivo al Covid ha tentato di dare fuoco al pronto soccorso. È accaduto alle 7.30 circa di ieri, mercoledì 6 luglio luglio, quando un uomo sulla cinquantina è arrivato al padiglione di emergenza dove è stato sottoposto al tampone. Poco dopo la scoperta: è positivo al Coronavirus come riportato da Repubblica.

Napoli, positivo al Covid prova a dare fuoco al pronto soccorso

Un infermiere ha raccontato che il 50enne avrebbe problemi di tossicodipendenza e disagio psichico. Dopo la scoperta del tampone, la reazione inveendo contro il personale: “Ci mettono qua dentro come gli animali, uno addosso all’altro, non si può stare in un porcile”. Ha lasciato la struttura ospedaliera per andarsi a procurare una tanica di benzina, con l’intenzione di dare alle fiamme il pronto soccorso.

Le guardie giurate lo hanno bloccato nel cortile, mentre qualcuno gli ha strappato la tanica dalle mani. Successivamente è stato riportato all’interno e gli è stato iniettato un sedativo prima del ricovero in codice rosso. Alle 15.30 è arrivata l’ambulanza per il trattamento sanitario obbligatorio nella Psichiatria dell’Ospedale del Mare.

Articoli correlati

Back to top button