Cronaca

Napoli, protesta dei sindaci del Sud. In piazza c’è anche Albano Carrisi

De Magistris: "Noi rivendichiamo quanto ci spetta. Abbiamo avuto solo governi a trazione nordista"

A Napoli, in piazza Plebiscito, si sono radunate alcune centinaia di sindaci del Sud per protestare contro la ripartizione del Recovery Plan che affida al Mezzogiorno il 40% delle risorse europee. Come riporta “Il Corriere”, i rappresentanti dei comuni, raggruppati nel movimento dei 500 sindaci per il “Recovery Sud” ne rivendicano il 60%. Ad accogliere i colleghi, soprattutto di piccoli comuni, è il primo cittadino di Napoli, Luigi de Magistris. Che trova, al suo fianco, un ospite a sorpresa: Albano Carrisi.

Napoli, protesta dei sindaci del Sud: c’è anche Albano

“È bello vedere, qui a Napoli, donne e uomini del Sud che ci mettono la faccia, ha detto de Magistris, nostri diritti. Senza il Mezzogiorno, l’Unità d’Italia non ci sarebbe stata. Vogliamo ricordare qui e oggi che il Banco di Napoli ha salvato le casse del Piemonte. Oggi quella banca non esiste più, è tutto a Torino e Milano. Il Sud non è zavorra ma futuro dell’Italia e dell’Europa“.

L’emozione di Albano

Come riporta “Il Corriere”, non è un concerto, ma Albano è ugualmente emozionato. “Anche di più”, dice il cantante. “Di fronte all’ingiustizia – poi insiste – bisogna lottare per conquistare i propri diritti. E il Sud deve lottare unito. Sono molto emozionato di essere qui insieme a voi. Ma ho scoperto che per me è più facile cantare che parlare. Ma oggi gliele cantiamo. C’è una mamma europea che distribuisce dei fondi. E non capisco perché una parte di quelli destinati al Mezzogiorno debba prendere altre strade. Noi chiediamo che ci trattino da italiani come tutti gli altri”.

Fonte e foto: Corriere

Articoli correlati

Back to top button