Cronaca

Napoli, 24enne ferita con un colpo di pistola: il compagno è vicino al clan Masiello

Napoli, ragazza ferita da colpo di pistola: compagno vicino al clan Masiello. La giovane in ospedale con una ferita alla gamba

Notte di paura a Napoli dove una ragazza è stata ferita con un colpo di pistola. Alle 22.30 di ieri – sabato 9 ottobre – è arrivata al pronto soccorso del vecchio Pellegrini di via Pignasecca, accompagnata da alcuni familiari. La giovane aveva una ferita da colpo d’arma da fuoco alla gamba e i medici l’hanno soccorsa ed hanno accertato che non fosse in pericolo di vita, poi hanno avvertito le forze dell’ordine.

Napoli, ragazza ferita da un colpo di pistola

La 24enne I.R. ha raccontato di essere rimasta vittima di un’aggressione agli agenti di Polizia di Stato arrivati sul posto. La giovane ha parlato di due persone con i volti coperti da caschi integrali in sella a uno scooter di grossa cilindrata che l’avrebbero avvicinata a scopo di rapina nella zona di via Egiziaca a Pizzofalcone, nella zona del Pallonetto.

È la compagna di Vincenzo D’Avino

Il passeggero dello scooter, alla reazione della 24enne, avrebbe estratto una pistola facendo fuoco. Una dinamica strana, ritengono gli investigatori, che stanno vagliando l’attendibilità della versione della ragazza non escludendo che possa invece essersi trattato di un raid mirato. La ragazza, infatti, sarebbe la compagna di Vincenzo D’Avino, 24enne vicino al gruppo Masiello, attualmente detenuto perché ritenuto responsabile di un’incursione armata proprio all’interno dell’ospedale della Pignasecca.

Chi è Vincenzo D’Avino

Nel settembre del 2019 Vincenzo D’Avino è stato raggiunto da un provvedimento, al pari di altri due soggetti, con le accuse di tentato omicidio, lesioni personali gravi e detenzione e porto illegale di armi da fuoco, con l’aggravante del metodo mafioso. Tutto partì dal ferimento di Vincenzo Rossi, avvenuto in piazza Matilde Serao il 17 maggio del 2019 ed alla successiva esplosione di colpi d’arma da fuoco all’interno dell’ospedale Vecchio Pellegrini contro chi aveva accompagnato il giovane al pronto soccorso.

Articoli correlati

Back to top button