CronacaCultura ed Eventi

Napoli in festa per San Gennaro: le curiosità del patrono e il programma della giornata

A Napoli è festa per San Gennaro: la storia del Santo Patrono | Cosa ha fatto per Napoli | Quanto vale il tesoro di San Gennaro

Napoli celebra San Gennaro. Oggi festeggiano l‘onomastico migliaia di napoletani per la festa del Santo Patrono. Per il terzo anno consecutivo, a partire dalla sera di sabato 18 settembre, la Camera di Commercio di Napoli, guidata dal presidente Ciro Fiola, illumina via Duomo in occasione della ricorrenza del Santo Patrono della città e della Campania che richiama folle di fedeli e di curiosi, così come avvenuto già nel 2019 e nel 2020. Sempre sabato sera, aderendo all’invito dell’associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, l’edificio della Camera di Commercio in piazza Borsa sarà illuminato di verde in occasione della giornata nazionale della Sla

A Napoli è festa per San Gennaro: cosa ha fatto per Napoli

Sono tre le date nelle quali i napoletani si riuniscono in preghiera per invocare lo scioglimento del sangue: il 19 settembre, giorno del santo patrono e anniversario del suo martirio, il 16 dicembre – in ricordo dell’intervento con cui si attribuì a San Gennaro il miracolo che bloccò l’eruzione dl Vesuvio nel Seicento – e il primo sabato di maggio, in ricordo della traslazione dei resti del Santo dall’agro Marciano e da Montevergine a Napoli. Lo scorso dicembre “il miracolo” non si era ripetuto, così molte delle speranze erano state risposte in questo weekend di tentativi.

Che valore ha il Tesoro di San Gennaro?

Un pool di gemmologi, riunito a Roma in occasione della mostra dedicata al Tesoro di San Gennaro, ha stimato il valore della sola Mitra in 7 milioni di euro. La croce di smeraldi donata da Napoleone da sola varrebbe più di 20 milioni di euro (smeraldi per 26 carati, normalmente venduti ad 1 milione a carato).

Quando è l’onomastico di Gennaro?

L’onomastico è il 19 settembre in onore di san Gennaro, vescovo e martire sotto Diocleziano, patrono di Napoli. Si ricordano con questo nome anche: 17 gennaio, san Jenaro Sanchez Delgadillo, sacerdote e martire in Messico.

Cosa c’è nella ampolla di San Gennaro?

Il mistero partenopeo più famoso nel mondo è senza dubbio l’ampolla conservata nel Duomo e che si dice contenga il sangue di San Gennaro. La particolarità di tale reliquia è che tre volte l’anno la sostanza da solida si trasforma in liquida, un fenomeno considerato prodigioso dai fedeli.

San Gennaro 2021: il programma della festa

Oggi 19 settembre nella Cattedrale di Napoli il Miracolo di San San Gennaro. Il Patrono rinnova il suo patto d’amore con il suo popolo. Uno straordinario appuntamento di fede e devozione popolare pieno di significati spirituali e sociali. Dalle ore 9.30 la palpitante attesa della prodigiosa liquefazione, la Santa Messa celebrata dall’Arcivescovo Domenico Battaglia e la benedizione urbi et orbi. Con il cuore pieno della speranza di poter sventolare i fazzoletti bianchi che annunciano l’auspicato compimento del prodigio.

 

Articoli correlati

Back to top button