Cronaca

Blitz dei carabinieri in pizzeria: nel frigorifero 180 chili di carne e pesce andati a male

Nola, maxi sequestro di cibo in pizzeria: arrivano i Nas. Nei frigoriferi 180 chili di alimenti andati a male

Maxi sequestro di cibo in una pizzeria di Nola. Nell’ambito di alcuni controlli sul territorio, i carabinieri forestali della stazione di Marigliano, unitamente al personale dell’Asl Napoli 3 Sud, hanno effettuato un blitz in una pizzeria di Piazzolla di Nola riscontrando numerose irregolarità. In primo luogo, durante le operazioni, i militari dell’Arma hanno rinvenuto, all’interno di due frigoriferi, 180 chili di alimenti andati a male: nella fattispecie, 150 chili di carne e 30 chili tra pasta cotta e pesce mal conservati.

Nola, maxi sequestro di cibo in pizzeria

Nel corso dei controlli nella pizzeria, inoltre, i carabinieri hanno notato anche un magnete posizionato sul contatore dell’energia elettrica e hanno richiesto così l’intervento del personale di Enel. I militari hanno così scoperto che, grazie al trucchetto del magnete – che fa rallentare i consumi, permettendo, come in questo caso il risparmio sulla bolletta – la titolare dell’attività commerciale rubava energia elettrica, riuscendo ad abbattere i consumi del 97,38%: in un anno, hanno calcolato i carabinieri, il furto stimato è stato di circa 5mila euro.

La denuncia

La donna, una 29enne incensurata, è stata così denunciata alla competente Autorità Giudiziaria per i reati di furto aggravato e detenzione di alimenti in cattivo stato di conservazione.

Articoli correlati

Back to top button