Cronaca

Guardia di finanza sequestra 630mila articoli contraffatti, 31 denunce

Maxi sequestro di prodotti falsi a Napoli: in azione la Guardia di Finanza. Oltre 600mila i prodotti contraffatti sequestrati

Maxi sequestro di prodotti falsi Napoli dove la Guardia di Finanza, nell’ambito di un piano di intervento indirizzato a reprimere il commercio di prodotti contraffatti e non sicuri di produzione cinese, ha sequestrato 630mila articoli contraffatti, in particolare accessori per la casa, per la persona e prodotti elettronici.

Sono 16 i responsabili denunciati per ricettazione e commercio di prodotti falsi, 15 i segnalati alla Camera di commercio per violazioni amministrative. Tra Napoli (zona industriale e quartiere Barra), l’area metropolitana (Portici) e Ischia, sequestrati 44mila articoli tra cosmetici e prodotti elettronici privi di marcatura Ce o privi di istruzioni in lingua italiana, quindi non conformi, denunciando 4 responsabili e segnalandone 5 alla Camera di commercio per violazioni al codice del consumo.

Napoli, maxi sequestro di prodotti falsi

Tra i quartieri San Lorenzo, Vicaria, Poggioreale e zona industriale, sequestrati 2500 giochi Nintendo contraffatti denunciando il titolare. Nelle municipalità avvocata, monte calvario e pendino, i Baschi verdi hanno sequestrato 166mila giochi “nintendo” con marchi contraffatti e con certificazione Ce irregolare. Denunciati nel corso di più interventi 2 responsabili, titolari di negozi di bigiotteria e profumi.

Tra Frattamaggiore e Caivano sequestrati 100mila prodotti per la cura della persona e della casa esposti in vendita e privi della necessaria nota informativa in lingua italiana recante le indicazioni sulla qualità e le caratteristiche merceologiche del prodotto, segnalando due responsabili alla Camera di commercio. A Giugliano i sequestrato presso un’attività commerciale gestita da un 43enne cinese 8 consolle riproducenti complessivamente oltre 2.200.000 giochi in violazione dei copyright delle principali case produttrici (Sega, Nintendo e Sony) denunciando il titolare per i reati di ricettazione, contraffazione e vendita di prodotti con illecita riproduzione di software e giochi.

I controlli in provincia

Tra Villaricca, Melito e Mugnano sequestrati oltre 6mila articoli (cover per smartphone, tablet, portachiavi), privi dei requisiti minimi di sicurezza per il consumatore o con marchio di conformità contraffatto, cosmetici privi dell’indicazione degli ingredienti in lingua italiana.

A Nola sequestrati oltre 300mila articoli, di cui 181mila prodotti per la casa e accessori per l’estetica privi o con il marchio ce contraffatto; i prodotti sono risultati non sicuri poiché difformi rispetto ai parametri di sicurezza, quindi potenzialmente pericolosi per il consumatore. Sanzionato e segnalato un responsabile alla camera di commercio. Tra Castellamare di Stabia e Massa Lubrense, sequestrati oltre 3.300 articoli vari non sicuri, in particolare di elettronica e cosmesi.

Articoli correlati

Back to top button