Cronaca

Napoli, la storia di una bulla pentita: “Ora voglio fare la sarta”

NAPOLI. Mashia è una 17enne napoletana con un passato da bulla alle spalle: picchiava i compagni perchè la prendevano in giro.

La storia di Mashia, ex bulla napoletana

«Ora credo nelle mie capacità e voglio diventare una sarta affermata». Mashia «con la i», come tiene a precisare, un metro e 75 centimetri di altezza, occhi e capelli castani, ha 17 anni ed è un’ex bulla.

«Mi si annebbiava la vista quando i miei amici mi prendevano in giro e allora li picchiavo – racconta – Non importava che fossero miei compagni di classe. Mi insultavano e io dovevo difendermi». Dall’età di 6 anni la ragazza vive nella Vela celeste di Scampìa: «Quando la abbatteranno e ci assegneranno un nuovo alloggio sarò triste – dice – perché dovrò lasciare il posto dove sono cresciuta».

Oggi Mashia è tornata sui banchi che aveva lasciato e sta svolgendo uno stage nell’atelier di abiti da sposa Pipolo a Villaricca, grazie ad un progetto regionale di alternanza scuola-lavoro.

Articoli correlati

Back to top button