Cronaca

Follia tamponi a Napoli, in fila per 7 ore sotto la pioggia: “Ora ho la febbre”

Follia da tamponi a Napoli: una donna ha vissuto un vero e proprio calvario per avere la possibilità si essere sottoposta al tampone al Frullone. La protagonista dell’episodio ha atteso 7 ore in fila sotto la pioggia e, una volta tornata a casa, ha scoperto di avere la febbre.

Sette ore in fila per un tampone: ora ha la febbre

La donna si è messa in coda alle 7.30 ed è uscita solo alle 14.50: sette ore e venti minuti di attesa ieri per ottenere un tampone. «Tornata a casa dopo tutte quelle ore sotto la pioggia ho scoperto di avere la febbre», racconta.
Il tutto ha avuto inizio quando la donna scopre che il familiare di un suo collega di lavoro è positivo al Coronavirus: chiama il suo medico curante per chiedere cosa fare e il dottore le suggerisce di sottoporsi all’esame chiedendo un appuntamento per la sua assistita.

L’avvio delle procedure per i tamponi è previsto per le nove del mattino ma in molti si presentano ore prima: tra le persone in coda girano fogli sui quali ciascuno scrive il suo nome e la “posizione” che ha conquistato, segnando un numero successivo a chi ha firmato prima.

«Sapevo che sarebbe stata lunga- racconta la malcapitata- non credevo però che saremmo stati lasciati all’aperto in un cortile sotto la pioggia».

Articoli correlati

Back to top button