Cronaca

Napoli, scappa sui tetti di un capannone e lancia sassi ai poliziotti: arrestato clandestino

A Napoli, un clandestino di origini marocchine è stato arrestato dai poliziotti dopo aver tentato la fuga sui tetti di un capannone: aveva anche lanciato sassi agli agenti.

Arrestato alla fine di una fuga sui tetti di un capannone

Come tentato la fuga attraverso i tetti di un capannone nella zona industriale di Napoli Est, lanciando sassi e tegole contro i poliziotti. Alla fine, un cittadino marocchino di 23 anni è stato arrestato con l’accusa di rapina impropria e lesioni personali.

Il tutto ha avuto inizio quando gli agenti di Polizia sono stati allertati per alcuni antifurti scattati in via Carlo di Tocco. Giunti sul posto, le forze dell’ordine avevano trovato il giovane in un capannone: da lì è partito un inseguimento sui tetti, intento anche a minacciare l’incolumità dei poliziotti con il lancio di sassi e pietre.

Alla fine, alcuni agenti hanno raggiunto i capannoni di via Gianturco, dove sono riusciti a beccare il marocchino e a fermalo dopo una colluttazione fisica. In seguito agli accertamenti, è emerso che il 23enne è un clandestino e quindi irregolare sul territorio italiano.

 

 

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button