Cronaca

Napoli, turisti scambiano ombrellone di un clochard per punto ristoro

Napoli, turisti scambiano ombrellone di un clochard per un punto ristoro al Maschio Angioino. "È da marzo che segnaliamo il problema"

Incredibile a Napoli dove alcuni turisti hanno scambiato un ombrellone di un clochard per un punto ristoro al Maschio Angioino. “Riportiamo, per l’ennesima volta, alla Vostra attenzione Istituzionale il persistere dello stato di degrado presente sulle aiuole del Maschio Angioino. Da lontano sembra l’appendice di un lido balneare o un punto ristoro. Grande delusione per i turisti, ma restano in bella vista, nell’angolo in basso alle aiuole, i cumuli di immondizia“.

Napoli, turisti scambiano ombrellone di un clochard per un punto ristoro al Maschio Angioino

A denunciarlo, attraverso una pec inviata all’attenzione del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, e della neo vice sindaco di Napoli, Laura Lieto, è l’associazione “No Comment” che, con cadenza settimanale, invia i suoi attivisti in giro per la città al fine di individuare e segnalare emergenze di varia natura (solidale, culturale e igienico sanitaria).

Nella mail l’associazione (di volontariato culturale per la promozione dell’informazione visiva solidale e no profit) ha allegato anche delle foto, formato cartolina, scattate la mattina dello scorso 22 agosto.

La segnalazione

“È dal mese di marzo che segnaliamo il problema, – spiega Antonio Alfano – il 30 maggio abbiamo inviato anche una pec al Ministro Franceschini. Mai una risposta, nè da lui nè dal Comune. Ovviamente il problema non sono i clochard che cercano solo un posto dove vivere e che aprono l’ombrellone solo per ripararsi dal cocente sole estivo, ma lo stato di abbandono in cui versano a causa della mancanza di alternative”.

Articoli correlati

Back to top button