Cronaca

Napoli, calo di yacht per via delle sanzioni: “Perso chi spendeva 50mila euro”

Calo del 30-35% di barche di lusso nel capoluogo. Minori oligarchi ucraini e russi

Napoli, calo di yacht per via delle sanzioni: “Perso chi spendeva 50mila euro”. Dopo due anni di difficoltà legate alla pandemia, nel capoluogo anche la guerra in Ucraina fa sentire gli effetti.

Sanzioni alla Russia penalizzano mercato degli yacht a Napoli

Il proprietario del molo di barche di lusso di Mergellina, Massimo Luise, rende note le difficoltà che sta affrontando. A causa delle sanzioni si registra un calo del 30-35% di barche di lusso ucraine e russe nel capoluogo. Dopo i 2 anni di pandemia le attese erano diverse.

Russi spendono più degli arabi

Il proprietario racconta che i miliardari che giungono dai Paesi ex sovietici amano spendere molto nel territorio, anche più degli arabi. Una cifra che si aggira a circa 50mila euro al giorno tra banchetti, forniture e servizi vari. Insomma,  si registra un danno all’economia locale. Il suo sfogo: “Ho assunto 20 persone in vista della imminente stagione estiva ed adesso li terrò in attesa che finisca la guerra“.

Articoli correlati

Back to top button