Cronaca

Odissea all’aeroporto di Lisbona per cinque viaggiatori campani

NAPOLI. «Siamo stati lasciati a terra all’aeroporto di Lisbona. Ed è stata una Odissea ritornare». Sono furiosi i passeggeri del volo Fr1317 che venerdì scorso doveva partire alle 17 per Napoli. Tra questi tanti turisti e pellegrini campani che hanno dovuto affrontare mille peripezie e spese ingenti per rientrare a casa.

Un inferno per i passeggeri tra cui almeno cinque salernitani, due insegnanti di Salerno, una coppia di Scafati e un’impiegata di Sant’Egidio del Monte Albino. Lo riporta il quotidiano la Città di Salerno.

L’odissea all’aeroporto di Lisbona

«Dovevamo prendere a Lisbona il volo per Napoli delle 17 con la compagnia Ryanair – spiega l’insegnante Marianna Amendola di Salerno – Ma è stato spostato alle 21. Verso le 20.30 ci è stato detto che l’aereo sarebbe partito alle 23.30. Mentre eravamo in fila per andare a prendere il panino offerto dalla compagnia (valore 5 euro) o per prendere il modulo del rimborso ci hanno comunicato che il volo era stato cancellato e che dovevamo andare al desk della Ryanair, dove subito si è fatta una fila enorme. Chi prima è arrivato – continua il racconto della prof – ha avuto le offerte migliori, con voli della stessa compagnia. Io ho avuto l’albergo ma sono stata fortunata perché lo avevano dato alle mie amiche. I viaggiatori che avevano preso un volo con una compagnia diversa, a loro dire, non avevano diritto all’albergo. Non potendo rimanere per giorni in attesa di un volo Ryanair (era previsto per mercoledì cioè oggi) ho comprato un biglietto per un diverso volo su Roma. Ma c’è chi ha volato su Bergamo o Pisa».

Articoli correlati

Back to top button