Cronaca

Gragnano, l’assassino del 17enne Nicholas: “Non volevo uccidere, mi sono difeso”

Spuntano dettagli sull’omicidio di Nicholas Di Martino, 17enne ucciso a Gragnano nella notte tra domenica e lunedì. A parlare – come riportato da Il Mattino – sono Maurizio Apicella Ciro Di Lauro, 18 e 21 anni, accusati dell’omicidio del nipote del boss ergastolano Nicola Carfrora. I due giovani hanno scelto di non rispondere alle domande del giudice, ma hanno fornito dichiarazioni spontanee.

Omicidio di Nicholas Di Martino, parlano gli accusati

I due giovani hanno in parte confermato la dinamica dell’accaduto. Uno dei due ha rivelato: “Sono stato aggredito. Langellotti mi ha afferrato per il collo, l’ho accoltellato per liberarmi. Poi non volevo uccidere Nicholas”. Intanto dai primi riscontri investigativi della polizia è emerso che la lite sarebbe legata probabilmente alla spartizione territoriale delle piazze di spaccio gragnanesi.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button