Cronaca

Omicidio Rosa Alfieri, il gip convalida il fermo: il killer resta in carcere

Resta in carcere Elpidio D'Ambra, il 31enne accusato dell'omicidio della giovane

Rosa Alfieri uccisa a Grumo Nevano: resta in carcere Elpidio D’Ambra, il 31enne accusato dell’omicidio della giovane trovata morta nell’appartamento dell’uomo di proprietà del padre. Il gip ha convalidato il fermo e disposto la custodia cautelare in carcere al termine dell’udienza di convalida che si è svolta oggi nel carcere napoletano di Poggioreale.

Rosa uccisa a Grumo Nevano: Elpidio D’Ambra “ho obbedito alle voci”

Nel corso dell’udienza D’Ambra, difeso dall’avvocato Dario Maisto, ha confermato la sua versione dei fatti, e cioè di aver ucciso la giovane obbedendo a delle voci che avrebbe sentito nella sua testa, attirandola nell’appartamento con la scusa di chiarimenti circa le bollette della luce.

L’arresto dopo la fuga

Dopo l’omicidio D’Ambra ha preso un treno e si è diretto a Napoli, dove ha vagato in strada per 24 ore prima di essere trovato dai poliziotti del Commissariato Bagnoli all’ospedale San Paolo di Fuorigrotta. Nei suoi confronti è stato eseguito un fermo per omicidio volontario.

Articoli correlati

Back to top button