Cronaca

Omicidio a Somma Vesuviana, donna uccisa nel parcheggio di un supermercato

Omicidio a Somma Vesuviana: questa mattina, 16 luglio, una donna è stata uccisa nel parcheggio di un supermercato

Omicidio a Somma Vesuviana: questa mattina, 16 luglio, una donna è stata uccisa nel parcheggio di un supermercato in via Marigliano. La vittima è Vincenza Tuorto. Sul corpo della 63enne residente nella vicina Saviano, sono state rinvenute ferite compatibili con un coltello. Il killer della donna è il marito, titolare del supermercato. L’uomo si è costituito ai carabinieri come riportato dal Corriere del Mezzogiorno.

Omicidio a Somma Vesuviana, donna uccisa nel parcheggio

Sul posto sono giunti i sanitari del 118 che hanno riscontrato anche il ferimento di un uomo di 46 anni, residente a Sant’Anastasia. Le condizioni dell’uomo non destano preoccupazione. Indagini in corso da parte dei carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna.

Chi è la donna uccisa a Somma Vesuviana

La donna uccisa nel parcheggio di un supermercato Somma Vesuviana è una 63enne residente a Saviano. È stato arrestato il marito della donna, titolare del supermercato.

Cos’è successo

Come riportato da Il Mattino, tutto sarebbe nato da una lite iniziata tra marito e moglie all’interno del Superstore Cuori e Sapori. Una lite continuata nel parcheggio, dove si è consumato l’omicidio. Tra i due si sarebbe intromesso, per sedare gli animi, un fornitore che poi, nella concitazione degli attimi in cui il titolare dello store avrebbe estratto il coltello, è rimasto ferito.

Omicidio a Somma Vesuviana: confessa il marito della donna uccisa

Ha confessato il marito della donna uccisa a coltellate nel parcheggio di un supermercato a Somma Vesuviana. Il marito della 63enne, originario di San Gennarello di Ottaviano, si è presentato nella tarda mattina alla stazione dei carabinieri di Ottaviano e ha confessato l’omicidio.

L’uomo, accecato dalla gelosia per una presunta relazione extraconiugale, ha affrontato la moglie nel parcheggio del supermercato. I due hanno avuto un’accesa lite, al culmine della quale l’uomo ha ucciso la 63enne. Nella colluttazione è rimasto ferito, per fortuna in maniera non grave, anche un fornitore del supermercato, un uomo di 46 anni, intervenuto per difendere la donna.

Non è ancora chiaro il tipo di arma che l’uomo ha utilizzato per compiere l’omicidio. Sul posto, per i rilievi, i carabinieri di Castello di Cisterna, mentre come detto l’uomo si è presentato in caserma ad Ottaviano per costituirsi.

Articoli correlati

Back to top button