CronacaPolitica

Operai minacciano di darsi fuoco davanti casa Di Maio

POMIGLIANO D’ARCO. Alcuni operai protestano davanti all’abitazione del vicepremier Luigi Di Maio. E’ avvenuto poco prima della mezzanotte, quando circa 15  persone si sono presentate dinanzi l’abitazione del leader pentastellato di Pomigliano d’Arco, minacciando di darsi fuoco qualora non fossero riusciti a parlare con lui. Un altro operaio si è incatenato al cancello.


carabinieri


Operai minacciano di darsi fuoco: l’arrivo dei carabinieri

L’arrivo dei carabinieri segna la fine della protesta. I manifestanti, infatti, si dileguano subito dopo. Si tratterebbe di un gruppo di operai di una nota cooperativa napoletana. Sulla vicenda, indagano ora le forze dell’ordine: esclusa la presenza dei Cobas della Fiat e dei Cub. Il motivo scatenante sembrerebbe il voler sensibilizzare il vice-premier e ministro del Lavoro sui problemi del loro settore.

In tutti i casi, il dialogo tra Di Maio e gli operai non ha avuto luogo.

 

Mostra di più

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio