Cronaca

Panico a Napoli , operatori 118 circondati e minacciati con una siringa

Momenti di panico ieri sera ieri sera, poco dopo le 22,30, per degli operatori del 118 intervenuti a pochi passi da piazza Garibaldi che  sono stati circondati e minacciati con bottiglie e una siringa. I sanitari chiamati da alcuni residenti del Vasto, spaventati dalle urla e dalla presenza di un gran numero di extracomunitari in strada, hanno tentato di avvicinarsi ad un uomo che non riusciva più ad alzarsi da terra nonostante molte persone intorno a lui provassero a metterlo in piedi.

Come riporta Il Mattino sia il medico che gli infermieri si sono visti inveire contro molti uomini, al punto che sono stati circondati e non hanno più avuto la possibilità di avvicinarsi all’extracomunitario che giaceva sofferente a terra.

Una donna italiana che si era presentata come la compagna dell’uomo in difficoltà, non consentivano all’equipe di avvicinarsi.

La tensione è salita fino al punto che un extracomunitario ha impugnato una bottiglia ed una siringa minacciando gli operatori del 118, che hanno chiamato via radio la polizia e dopo pochi istanti è intervenuta una camionetta dell’esercito.

I militari hanno sfollato l’area consentendo ai sanitari di raggiungere il paziente che è risultato sotto effetto di stupefacenti, così che è stato sottoposto ad un trattamento disintossicante sul posto anche perché era in gravi difficoltà respiratorie.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button