CuriositàInchiesta

Prendere la patente? Per gli italiani non sempre è semplice

NAPOLI. Mica tanto facile, prendere la patente. Secondo un sondaggio, gli italiani costretti a ripetere l’esame a causa di una prima bocciatura sarebbero addirittura il 15% degli uomini e il 20% delle donne.

L’indagine, realizzata con un questionario e un campione di circa un migliaio di interviste (1.018, per la precisione), non ha alcuna pretesa “scientifica”, ma rivela aspetti interessanti sugli scogli più difficili da superare per gli aspiranti patentati e sulla geografia delle zone più o meno virtuose. Lo scrive il giornale specializzato Quattroruote.

Il sondaggio sul conseguimento della patente

E, allora, visto che l’estate, a fine anno scolastico, è il periodo che spesso coincide con gli esami alla scuola guida, almeno per i neo diciottenni (che, tra l’altro, ora hanno a disposizione strumenti didattici virtuali, come i visori 3D, o le app per esercitarsi), ecco i risultati di questo test realizzato proprio nel mese di giugno dall’istituto mUp Research in collaborazione con Norstat (e riportato dal sito di comparazioni tra assicurazioni facile.it). Prima constatazione: se è vero che oggi il 95% degli italiani di età compresa fra i 18 e i 74 anni ha la patente, non sempre questa arriva al primo tentativo. Gli automobilisti che hanno ripetuto almeno una volta l’esame di guida sarebbero oltre 6,2 milioni.

Dalle risposte date dal “campione” (che dovrebbe rappresentare i patentati di età compresa fra i 18 e i 74 anni) è emerso che la vera bestia nera, per chi si iscrive all’esame di guida, è la prova pratica. Se a ripetere la teoria sono, secondo le proiezioni, 2.489.000 automobilisti, i bocciati al test al volante superano i 3.460.000. Mentre a ripetere entrambe le prove, concedendosi un bis nelle risposte multiple e poi anche con il volante tra le mani, sarebbero circa 216.000. E non è tutto: gli interpellati “confessano” anche il numero di volte che sono stati costretti a ripetere l’esame: una sola, per circa 1.660.000 automobilisti, mentre sarebbero 4 milioni quelli che hanno sostenuto la prova due volte (e mezzo milione quelli che si sono presentati tre volte prima di essere promossi).

Sud “virtuoso”

Uomini e donne, Nord e Sud. A livello complessivo, i bocciati almeno una volta all’esame della patente risultano il 17,7% del totale, con una significativa differenza di genere: i maschi promossi al primo tentativo sono l’85%, mentre per le femmine la percentuale è del 79,6. Andando invece a leggere i dati in chiave geografica, gli automobilisti che più spesso sono stati bocciati sono quelli del Centro Italia (20,8%), seguiti da quelli del Nord Ovest (19,3%) e del Nord Est (16,8%). Tra i residenti del Sud e delle isole, la percentuale scende al 15,6%.

Articoli correlati

Back to top button