Politica

Pd: raccolta firme per cancellare il Reddito di cittadinanza

Una “truffa”, tutta “fuffa mediatica e controproducente”. Una “patacca”. In una parola: da abolire il prima possibile. Le opposizioni, capitanate da esponenti del Partito democratico, hanno avuto questa idea per contrastare il reddito di cittadinanza del Movimento 5 stelle: raccogliere le firme per cancellare la legge. Il tutto si riassume con “Referendum contro i poveri”.

Referendum contro i poveri: il pd vuole cancellare il Reddito di cittadinanza

L’ex sottosegretario agli Affari europei del Pd Sandro Gozi è stato il primo ad avere l’idea della raccolta firme per contrastare il Reddito di cittadinanza: dalle colonne del Foglio, ha lanciato l’idea della campagna per un referendum abrogativo. “E’ l’occasione per una grande mobilitazione civica”, è la sua spiegazione. “Sono disposto a metterci subito la faccia contro questo obbrobrio”. A seguirlo, Vittorio Feltri, che sulle pagine di Libero ha lanciato un appello ai berlusconesi (parole sue) perché si mobilitino contro “la sceneggiata napoletana“. Poco dopo si sono unite l’azzurra Mara Carfagna, che l’ha definita “un’idea da non sottovalutare”, e addirittura la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, teorica della destra sociale, che ha praticamente già iniziato la raccolta firme.


reddito di cittadinanza

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button