Politica

Pensioni, Ugl: “Boeri disco rotto, i migranti non riequilibrano i conti”

“Un disco rotto a cui ci siamo rassegnati. Il presidente dell’Inps non è un politico, per cui ognuno rispetti il proprio ruolo, piuttosto che rendersi ridicolo. Di sicuro, non è con l’immigrazione che si possono pagare le pensioni ai nostri contribuenti. In Italia è opportuno procedere con politiche welfare, volte a sostenere le famiglie e la natalità, in modo da ristabilire gli equilibri nei conti previdenziali”. Lo ha dichiarato in una nota Paolo Capone, segretario generale dell’Ugl commentando le dichiarazioni di Tito Boeri sull’immigrazione e il suo potenziale apporto contributivo. Lo riporta l’Adnkronos.

SALVINI: “BOERI VIVE SU MARTE”

Paolo Capone contro Tito Boeri

“È necessario rivedere la riforma Fornero che con l’aumento dell’età pensionistica ha causato un ulteriore ingorgo, impedendo l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro. Il governo sta lavorando bene, facciamo in modo che ci sia un’inversione di tendenza a favore di tutti i cittadini e delle categorie più deboli”, conclude.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto