Cronaca

Napoli, l’attore e cantante Peppe Barra sottoposto a intervento chirurgico: la carriera

L’artista, 77 anni, è in ripresa e a breve dovrebbe ritornare al lavoro

L’attore e cantante di Napoli, Peppe Barra di 77 anni, è stato sottoposto ad un intervento chirurgico: è convalescente e in ripresa, a breve quindi dovrebbe tornare a lavoro.

Napoli, Peppe Barra sottoposto a intervento chirurgico: chi è

La notizia, secondo quanto riportato da Fanpage.it, è stata confermata. L’uomo è stato sottoposto ad un intervento chirurgico ma è in ripresa: a breve dovrebbe tornare a lavorare.

Giuseppe Barra nasce a Roma, in Piazza dei Crociferi, il 24 luglio del 1944 da genitori procidani, il fantasista Giulio Barra e la cantante ed attrice Concetta Grasso (in arte Barra), quest’ultima di origine messinese da parte di padre. Cresciuto dapprima sull’isola di Procida e, successivamente, a Napoli, dove frequenta varie scuole di teatro e dizione, inizia a recitare lavorando nel teatro di ricerca con Gennaro Vitiello e subito dopo come professionista al Teatro Esse; successivamente entra a far parte della Nuova Compagnia di Canto Popolare

La carriera

Nella seconda metà degli anni settanta è protagonista della Gatta Cenerentola. Dopo aver lasciato la NCCP nel 1978, partecipa alla Serata d’onore con Eduardo De Filippo, un programma televisivo dedicato all’autore napoletano, condotto da Vittorio Gassman. Nello stesso anno interpreta la parte di Giardino, nel film Giallo Napoletano. Nel 1980 vince il premio IDI Saint Vincent come attore e l’anno dopo il premio Maschera d’oro; partecipa inoltre al film La pelle in cui interpreta un sarto.

Il 3 gennaio 1994 al Teatro Mercadante, per un concerto in omaggio ad Eduardo Caliendo, si riunisce la Nuova Compagnia di Canto Popolare. Partecipa, come ospite, al programma di Renato Zero “Tutti gli Zeri del mondo”. Dopo aver registrato per la Rai venti favole dal Pentamerone di Giambattista Basile, Barra esprime questa esperienza nello spettacolo teatrale Lengua Serpentina. Per questo spettacolo, il Festival delle Cinque Terre di Riomaggiore gli consegna il Premio Dioniso nel 2000.

La collaborazione con Fabrizio De André

Fabrizio De André gli chiede l’adattamento e l’interpretazione in napoletano del suo brano Bocca di Rosa che verrà poi inserito nell’LP Canti Randagi. Nel 1999, dopo la scomparsa del cantautore, Genova organizza il suo Tributo a De André, e la famiglia De André vuole la presenza di Peppe Barra nella serata. Nel dicembre del 2000 interpreta il ruolo di Mister Peachum ne L’opera da tre soldi e l’anno successivo esce il suo secondo disco, Guerra. È anche direttore artistico della Rassegna internazionale della musica etnica, mentre a teatro rappresenta Il borghese gentiluomo.

Nel 2002 dopo aver partecipato nel film Pinocchio di Roberto Benigni interpretando la parte del Grillo Parlante, riprende gli incontri con gli studenti nelle università. Dopo aver partecipato al capodanno 2004 in Piazza del Plebiscito, parte per New York dove rappresenta l’Italia in qualità di artista cantante e attore con la consegna della cittadinanza onoraria.

I premi

Nel settembre del 2012 ha ricevuto a Grottolella, in provincia di Avellino, il Premio Armando Gill alla carriera. Il 24 marzo 2014 gli viene conferito dall’Università Federico II di Napoli il master Honoris Causa in Letteratura, scrittura e critica teatrale. L’evento è filmato dal CSI- SAM dell’Università Federico II di Napoli a regia di Fabrizio Pietrafesa.

Nel 2016 gli viene riconosciuto alla carriera il Premio DiscoDays, nell’ambito della XVII edizione annuale della Fiera del Disco e della Musica.

Articoli correlati

Back to top button