Cronaca

“Fa troppo caldo”, scatta lo sciopero Fiom alla Stellantis di Pomigliano d’Arco

Pomigliano d'Arco, fa troppo caldo: scatta la protesta degli operai. Temperature alte nonostante la presenza dei climatizzatori

Pomigliano d’Arco scatta la protesta degli operai per il troppo caldo. La produzione nello stabilimento Stellantis si è fermata nella giornata di ieri, venerdì 27 maggio, al termine di uno sciopero durato quasi l’intero turno centrale, proclamato dalla Fiom come riportato dal Corriere del Mezzogiorno.

Pomigliano d’Arco, fa troppo caldo: scatta la protesta degli operai

Lo sciopero è stato proclamato a causa dell’eccessivo caldo nei reparti. Temperature alte nonostante la presenza dei climatizzatori, ma accesi — pare — con ritardo dopo due giorni che le attività si erano fermate per mancanza dei pezzi delle autovetture. A far degenerare la situazione, è stato il malore di un operaio che si trovava nel reparto di montaggio della Panda.

Le motivazioni

“A questo — ha sottolineato Sebastiano d’Onofrio della Fiomsi aggiungono anche le precarie condizioni igienico-sanitarie riscontrate nei bagni dello stabilimento”.

Articoli correlati

Back to top button