Cronaca

Pomigliano d’Arco, insulti ai napoletani: scatta la protesta davanti alla Tiberina

Scatta la protesta contro il direttore della Tiberina di Pomigliano d’Arco, protagonista nei giorni scorsi di insulti e frasi offensive contro i napoletani.

Protesta contro il direttore della Tiberina

Gli esponenti dei Si Cobas hanno avviato una protesta davanti all’ingresso della Tiberina di Pomigliano d’Arco per rispondere agli insulti del direttore dell’azienda ai danni dei napoletani.

Durante la protesta, sono stati abbandonate buste di spazzatura e un wc dinanzi all’azienda dell’indotto Fca, in risposta alle provocazioni del direttore, il quale aveva fatto scorrere sul display della fabbrica frasi contro il popolo partenopeo.

Le frasi offensive

“Bisogna bruciare tutto: Napoli, tutti i napoletani e i loro rifiuti, perché i napoletani sono un rifiuto del mondo”. Queste le aberranti parole contro i napoletani che hanno poi indotto l’azienda a chiedere scusa sia ai lavoratori che ai napoletani, ma la cosa sembrerebbe non aver calmato gli animi.

 

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button