Cultura ed Eventi

Pompei Pride, manca poco: governo, Regioni e sindaci in prima fila

POMPEI. Mancano ormai poche ore al Pompei Pride che si svolgerà sabato 30 giugno (concentramento alle 15.30 in piazza Falcone e Borsellino, partenza alle 16.30, arrivo previsto in serata in piazza Esedra).

Pompei Pride al via: le aspettative

C’è attesa, entusiasmo e fermento in cittá per il corteo. Il tratto finale del percorso (in via Plinio) è già addobbato con le bandiere Rainbow così come accade nelle grandi cittá europee che ospitano la parata dell’orgoglio lgbt.
E di interesse nazionale si sta rilevando la manifestazione su un piano politico: Vincenzo Spadafora (sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega alle Pari Opportunità) rappresenterà il Governo alla parata; Mara Carfagna, (vicepresidente della Camera dei Deputati) ha inviato un messaggio di vicinanza agli organizzatori; politici locali, onorevoli e deputati di ogni estrazione politica (PD, M5S, Potere al Popolo, Liberi e Uguali, Dema, Radicali Italiani) hanno annunciato la loro presenza, così come la Regione Campania e i Sindaci dei Comuni campani che hanno patrocinato l’evento a cominciare dal Sindaco di Napoli Luigi De Magistris; ha annuciato la sua presenza anche la Senatrice Monica Cirinnà, firmataria del testo delle Unioni Civili approvato ormai un anno fa.
A sostenere il Pompei Pride c’è inoltre la rete dei trasporti regionali: EAV, ANM e Metronapoli hanno infatti promosso una campagna pubblicitaria su tutti i loro mezzi pubblici. Ma anche l’imprenditoria locale si è mostrata attenta: da Aox a Dobedoo passando per molti esercizi commerciali del territorio; Legea, marchio di abbigliamento sportivo (con sede proprio a Pompei) dedicherà una sua campagna di comunicazione al Pride.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button