Cronaca

Porta Capuana, il grande progetto dell’Unesco abbandonato: minacce dalla camorra

Il cantiere del grande progetto Unesco di Porta Capuana è stato abbandonato. Due giorni consecutivi di pressioni e minacce da parte della camorra hanno convinto l’azienda, la Spinosa Costruzioni di Isernia a mollare tutto e tornare in Molise.

Progetto Unesco abbandonato, la camorra mette in fuga l’azienda

Già in passato i clan avevano provato ad avvicinare l’azienda. Più o meno un anno fa, quando il cantiere era ancora nella zona di piazza San Francesco, era arrivata una persona cercando di imporre il pizzo. Subito scattò la denuncia alla questura ma non fu necessario nessun intervento perché dopo quell’unico contatto, la camorra non si fece più viva.

Stavolta, invece, la pressione per la Spinosa Costruzioni è stata insostenibile. Martedì mattina il primo «avvicinamento» agli operai che stavano entrando nel cantiere. Sono stati raggiunti dal lato della chiesa di Santa Caterina a Formiello: un uomo in scooter, protetto da un casco integrale per nascondersi alle telecamere, li ha bloccati e li ha minacciati «andate via, chiudete il cantiere e venite a parlare alla Maddalena. Se non venite vi spariamo uno a uno».

Articoli correlati

Back to top button