Cronaca

Portici, rischiano 27 anni di carcere i genitori del neonato ustionato

Portici, bambino ustionato: genitori rischiano 27 anni di carcere, sono accusati di maltrattamenti, lesioni e abbandono di minore

genitori del bambino ustionato di Portici sono accusati di maltrattamenti, lesioni e abbandono di minore. Avrebbero causato ustioni gravissime sul corpo del loro bambino appena nato, rischiando di ucciderlo come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Portici, bambino ustionato: genitori nei guai

Le accuse potrebbero costare ai genitori rispettivamente 15 e 12 anni di carcere. È la storia del piccolo Vincenzo, bimbo nato a Portici lo scorso 16 marzo e ritrovato in fin di vita, 4 giorni dopo, da carabinieri e medici del 118. Una storia drammatica, struggente.

Una storia che ha commosso un’intera città. Storia finita al centro di un processo penale ormai alle ultime battute. E la procura di Napoli (la pm Francesca De Renzis con l’aggiunto Raffaello Falcone) ha chiesto pene esemplari: 15 anni di reclusione per il padre e 12 per la Terracciano, alla quale è stata concessa dall’accusa l’attenuante della seminfermità mentale.

Articoli correlati

Back to top button