Cronaca

Litiga con i vicini per un’infiltrazione d’acqua e li minaccia con una katana: arrestato

Minaccia con una katana i vicini ‘colpevoli’, a suo avviso, di avergli rovinato il solaio con infiltrazioni d’acqua: un 58enne è stato arrestato a Portici. In quell’edificio non è la prima volta che si verificavano discussioni tra condomini, ma questa volta, il litigio avrebbe potuto avere conseguenze più gravi se non fossero intervenuti i Carabinieri.

Portici, minaccia i vicini con la katana per il solaio allagato

Un’infiltrazione d’acqua avrebbe rovinato il solaio di un 58enne e con gli inquilini al piano superiore, da cui si sarebbe originata la perdita, non si è riusciti a trovare un accordo. E così l’uomo, sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno, ha raggiunto i vicini per minacciarli di morte puntandogli contro una katana. Preoccupati, i vicini hanno dato l’allarme al 112. Sul posto, i Carabinieri della stazione di Portici lo hanno arrestato per minacce e detenzione illegale di arma che è stata sequestrata. Ora è in carcere in attesa di giudizio.

Redazione L'Occhio di Napoli

Redazione L'Occhio di Napoli: comunicati stampa, notizie flash, contributi esterni del giornale

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio