Cronaca

Portici, fu ucciso per errore: nessun colpevole per la morte di Mariano Bottari

Portici, omicidio di Mariano Bottari: dopo sei anni le indagini si concludono con la richiesta di archiviazione da parte del pm notificata agli avvocati dei familiari della vittima.  Nessun colpevole.

Omicidio Bottari: nessun colpevole

La richiesta inviata al Gip dal pm Alessandra Converso della Dda, pone per ora fine alle speranze dei familiari di Bottari che da anni attendevano che venisse fatta giustizia, in attesa di eventuale opposizione da parte dei legali Maurizio Capozzo e Ciro De Martino, laddove ci fossero i presupposti per procedere. «Valuteremo in questi giorni la proponibilità di una opposizione alla richiesta di archiviazione dicono i due legali ma da una prima analisi degli atti abbiamo verificato la mole di lavoro degli investigatori che hanno battuto ogni pista per evitare che questo delitto andasse ad arricchire la schiera dei delitti irrisolti».

L’omicidio

Sono trascorsi giusto 6 anni dal 28 luglio 2014 quando Mariano Bottari, vittima innocente, perse la vita per colpa di uignoti. Il 75enne pensionato stava rientrando a casa di ritorno dalla spesa e stava percorrendo la strada che collega via Scalea con via Martiri di via Fani. Un percorso che era solito fare quando fu raggiunto da un proiettile sotto l’orbita di un occhio partito dalla pistola di uno dei due malviventi che proprio in quell’istante, sfrecciando a tutta velocità in sella a uno scooter, sparava all’impazzata con l’obiettivo di colpire un imprenditore anch’egli a bordo di una moto. Gli fu fatale un proiettile rimbalzato sull’asfalto che lo colpì sul volto.
Per lui non ci fu nulla da fare.

Articoli correlati

Back to top button