Cronaca

Premio alla memoria della cagnetta che vegliò tomba padrone

Per 10 anni a Ischia. Riconoscimento assegnato in Liguria

Per 10 anni ha vegliato la tomba del padrone nel cimitero di Panza ad Ischia ed oggi viene ricordata con un riconoscimento: è la storia di Nicoletta, cagnetta meticcia che dal 2009 rimase di guardia sulla tomba di Alfred, il suo padrone di origine tedesca sepolto sull’isola, ed alla cui memoria è stato assegnato un premio a San Rocco di Camogli.

Vegliò sulla tomba del padrone per 10 anni, un premio alla memoria della cagnolina Nicoletta

Nella località ligure nei giorni scorsi si è svolta la 60esima edizione del Premio Internazionale Fedeltà del Cane ed uno dei riconoscimenti è stato dedicato a Nicoletta; a riceverlo Enrico Mattera che si è preso cura della cagnetta per diversi anni e dopo la sua morte ha fatto realizzare una grande statua in tufo verde per ricordarla.“È stata una bellissima manifestazione” ha detto Mattera che per i suoi gesti ha ricevuto a Camogli il Premio Bontà “ed è stato bello e commovente ricordare Nicoletta e sapere che ancora in tanti le vogliono bene”.

Anche il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli era stato colpito dalla storia di Nicoletta tanto da partecipare al ricordo e all’installazione della scultura nel cimitero e oggi ricorda la vicenda: “Siamo contenti che non sia stata dimenticata la storia di questa cagnolina e dal suo legame con il padrone. È una storia che racconta di legami indissolubili, di amore incondizionato e di fedeltà, da cui noi esseri umani dovremmo imparare qualcosa, prima o poi.

Proprio per salvaguardare e dare continuità al rapporto animali-padroni anche dopo la morte abbiamo proposto in Regione una legge per introdurre la possibilità della tumulazione delle ceneri degli animali di compagnia o di affezione nella tomba o loculo del padrone o nella tomba di famiglia, come ci hanno chiesto diversi cittadini e come già accade in alcuni Comuni italiani.”

Articoli correlati

Back to top button