Cronaca

Problemi sull’aereo diretto a Lourdes: 300 pellegrini napoletani bloccati

Sono circa 300 i pellegrini diretti a Lourdes fermati all’aeroporto di Napoli.  Alle 8 di questa mattina era prevista la partenza con il volo charter Alba star da Napoli diretto in Francia, a Lourdes appunto. Ma qualcosa è andato storto.

Pellegrini napoletani malati bloccati a Capodichino

 Maria Varone, pellegrina napoletana anche lei a bordo dell’aereo diretto per Lourdes racconta: “Già al checkin c’è stata massima disorganizzazione. Abbiamo fatto delle lunghe file per l’imbarco. Malgrado ciò siamo saliti sull’aeromobile e quando eravamo pronti al decollo ci hanno avvisato che erano sorti dei problemi. Nessuno ci ha comunicato, però, di quale natura fossero i problemi”. Così è cominciata la disavventura dei pellegrini, molti dei quali anche malati e disabili, verso Lourdes. “Verso le 9,20 – continua Maria – un passeggero ha segnalato all’equipaggio che dall’ala gocciolava del liquido. Anche in questo caso non abbiamo avuto notizie. Ancora una volta nessuno ci ha detto niente. Siamo rimasti in aereo fino alle 10,20 circa quando ci hanno fatto scendere”. Al momento i pellegrini sono nella sala di attesa dell’aeroporto napoletano di Capodichino. Sono stati forniti di due voucher: uno per la colazione di un valore di 4 euro e successivamente uno di 10 euro per il pranzo. “Continuiamo a non sapere niente”, ci dice dispiaciuta Maria. “Pare, almeno così dicono, ma non c’è alcuna comunicazione ufficiale, che l’aereo partirà dopo le 15. Speriamo di partire presto, arrivare a Lourdes e comunicare il nostro pellegrinaggio”.  

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto