Cronaca

Pugni e calci tra due uomini, due poliziotti evitano il peggio

NAPOLI. Due poliziotti evitano che una lite finisca nel sangue. Ieri pomeriggio, poco prima della 19.00, due poliziotti in servizio presso l’Ufficio di gabinetto, transitando a piedi in via Diaz, all’altezza dell’incrocio con via del Carretto, notavano due persone, una a bordo di uno scooter e l’altra a piedi, che discutevano animatamente per poi iniziare a picchiarsi, scambiandosi pugni e calci.

L’uomo a bordo dello scooter ha lasciato cadere a terra la moto ed haestratto un coltello dalla tasca, aprendo la lama e sferrando due fendenti verso il suo antagonista, dall’alto verso il basso, fortunatamente andati a vuoto.

Poliziotti intervengono in via Diaz

Il tempestivo e provvidenziale intervento dei poliziotti, che dopo essersi qualificati hanno bloccato entrambi i litiganti, ha evitato che ulteriori fendenti fossero sferrati. 

Si sono fatti consegnare l’arma dal giovane e li hanno immediatamente identificati. Il giovane armato di coltello, P.S., 39enne pregiudicato, al momento non aveva con sé i documenti però la sua compagna, li ha portati rapidamente, sul posto dell’evento.

Essendo, però, la foto poco nitida, i poliziotti hanno ritenuto opportuno verificare, con accertamenti di natura tecnico-scientifica, l’identità dell’uomo, che é stato deferito all’A.G. per porto abusivo di arma e tentate lesioni personali aggravate.

P.S. ha ammesso di conoscere l’uomo con il quale aveva litigato, perché abita nel suo stesso quartiere, ma affermava di non conoscere assolutamente il motivo dell’aggressione.

Di contro, l’altro uomo, di 44 anni, riferiva di non conoscere affatto il giovane con il quale aveva litigato, e, sebbene chiesto espressamente, si rifiutava di sporgere contro di lui regolare denuncia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button