Cronaca

Ragazzi uccisi ad Ercolano, l’ultimo mistero: presero l’auto dopo mezzanotte | Oggi udienza dal Gip

Emergono nuovi dettagli sulla vicenda dei ragazzi uccisi ad Ercolano: oggi lunedì 1 novembre, udienza davanti al Gip

Emergono nuovi dettagli sulla vicenda dei ragazzi uccisi ad Ercolano. Poco dopo mezzanotte – come scrive l’odierna edizione de Il Mattino  erano tornati a casa per posare lo scooter e prendere l’auto. Un’ora dopo il 53enne Vincenzo Palumbo li ha scambiati per ladri e li ha uccisi, sparando 11 colpi di pistola con la sua Beretta calibro 40 direttamente dal terrazzo di casa. C’è un buco di circa un’ora tra quel momento e la raffica di proiettili che, intorno all’1,30, ha ucciso Giuseppe Fusella e Tullio Pagliaro.

Ragazzi uccidi ad Ercolano, oggi udienza dal Gip

Dai telefonini dei due ragazzi sequestrati insieme alla Fiat Panda bianca a bordo della quale hanno trovato la morte e all’arma del delitto usata da Palumbo e dal dispositivo gps montato sulla vettura, gli inquirenti potranno capire qualcosa in più su quegli ultimi istanti di vita di due giovanissimi.

Questa mattina udienza dal Gip

Questa mattina, in sede di convalida, il gip del tribunale di Napoli è chiamato a pronunciarsi sul decreto di fermo per il reato di duplice omicidio aggravato dall’uso di armi.

Chi sono i ragazzi uccisi ad Ercolano

Le vittime sono Tullio Pagliaro (27 anni) e Giuseppe Fusella (26 anni). Le salme sono state trasportate al Policlinico di Napoli per gli esami medico legale.

Articoli correlati

Back to top button