Cronaca

“Mi ero invaghito di lui” e lo ferisce con 7 coltellate: shock a Secondigliano

Ragazzo accoltellato a Secondigliano, arrestato un 40enne presentatosi spontaneamente dai carabinieri dopo aver aggredito il 27enne

Paura a Secondigliano dove un ragazzo è stato accoltellato nella macelleria di famiglia. È accaduto poco dopo le 10 di sabato 19 febbraio, in via Monte Somma, zona in cui si torva un mercatino di quartiere particolarmente affollato come riportato da Fanpage.

Ragazzo accoltellato a Secondigliano, paura in macelleria

Vittima dell’aggressione, un ragazzo di 27 anni che si trovava all’interno della macelleria dei genitori quando è stato aggredito alle spalle. Il giovane è stato colpito con almeno 7 fendenti alla schiena, collo e braccio. Una delle coltellate ha perforato un polmone.

I soccorsi

Soccorso d’urgenza dai sanitari, il 27enne è stato trasportato all’ospedale San Giuliano dove è stato sottoposto ad intervento chirurgico. Attualmente è ricoverato, la prognosi resta riservata.

Fermato un 40enne

Dopo circa due ore i carabinieri hanno sottoposto a fermo il 40enne A.C., di Secondigliano. L’uomo – già noto alle forze dell’ordine – si è presentato spontaneamente alla caserma carabinieri  ed ha ammesso di aver accoltellato il 27enne. I militari hanno verificato quanto dichiarato e hanno sottoposto il 40enne a fermo di indiziato di delitto per il reato di tentato omicidio. Il coltello utilizzato è stato sequestrato. Il fermato è stato trasferito nel carcere di Poggioreale a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Il movente

“Mi piaceva, mi ero invaghito di lui, ma non valeva saperne di me. Così lo ha accoltellato” ecco perché il 40enne avrebbe accoltellato il ragazzo, sferrandogli 7 fendenti alle spalle. Questa la confessione dell’aggressore ai carabinieri come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Articoli correlati

Back to top button