Cronaca

Napoli, ragazzo si sente male in piazza Bellini: presenti aggrediscono il 118

Napoli, nella notte appena trascorsa, tra il 31 luglio e il 1 agosto, gli operatori del 118, intervenuti in piazza Bellini per un ragazzo in preda a convulsioni, sono stati aggrediti da alcuni dei presenti che li hanno accusati di aver impiegato troppo tempo per raggiungere il posto. Per riportare la situazione sotto controllo è stato necessario l’intervento della Polizia di Stato. Uno dei sanitari è stato ferito: prognosi di 10 giorni per contusioni.

Giovane del Gambia si sente male, aggredito il personale del 118

Secondo quanto ricostruito i sanitari erano stati chiamati da una pattuglia dell’Esercito per una persona che si era sentita male: un giovane originario del Gambia era a terra, in preda a convulsioni. È intervenuta una prima ambulanza con autolettiga, poco dopo un secondo mezzo di soccorso con medico a bordo per verificare già sul posto le condizioni del giovane.

Il caso

Al loro arrivo, però, i sanitari sono stati accolti da alcune persone che si lamentavano per il tempo impiegato per raggiungere la piazza. Gli infermieri sono stati insultati e strattonati e uno di loro è stato colpito. All’arrivo degli agenti la situazione è tornata sotto controllo senza ulteriori problemi e il ragazzo è stato caricato in ambulanza e trasportato al Pronto Soccorso del Pellegrini; da successive analisi è emerso che le convulsioni erano state causate da un mix di psicofarmaci e stupefacenti.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto