Cronaca

Sant’Antonio Abate, rapina in gioielleria: ragazza arrestata, caccia al complice

Avrebbero approfittato della distrazione del venditore

Una ragazza arrestata dopo la rapina in una gioielleria di Sant’Antonio Abate. Una 27enne è stata tratta in arresto a Favaro Veneto, in provincia di Venezia, dai carabinieri di Castellammare di Stabia. Lo scorso 15 settembre, la giovane avrebbe portato a termine il colpo.

Rapina in gioielleria di Sant’Antonio Abate, arrestata una ragazza

La giovane sarebbe entrata nella gioielleria con la scusa di voler acquistare degli oggetti preziosi. A quel punto, si sarebbe impossessata di una scatola contenente trenta catenine d’oro, dal valore totale di circa 20mila euro, con la collaborazione di un complice.

I due indagati già condannati per analoghi reati commessi anche in concorso tra loro in varie zone del territorio nazionale, avrebbero approfittato della distrazione del venditore e, soprattutto, di una zona della gioielleria sottratta alla visuale dell’impianto interno di videosorveglianza, che avrebbero individuato all’esito di reiterati sopralluoghi.

Articoli correlati

Back to top button