Cronaca

Sangue a Marano, strappano il Rolex: rapinatori muoiono dopo inseguimento

Sangue a Marano di Napoli dove due rapinatori in scooter sono morti dopo un inseguimento in via Antica Consolare Campana

Sangue a Marano di Napoli dove due rapinatori in scooter sono morti dopo un inseguimento in via Antica Consolare Campana, l’arteria che congiunge Marano al comune di Villaricca. Le due vittime, Domenico Romano, 39 anni, e Ciro Chirollo, avevano poco prima rapinato il conducente di una Smart del suo Rolex, Giuseppe Greco. È questa la pista più battuta dai carabinieri della Compagnia di Marano.

Marano, prima la rapina, poi l’inseguimento: due morti

Secondo una prima ricostruzione, i due rapinatori avrebbero avvicinato un uomo alla guida di una Smart all’altezza di via San Rocco a Marano di Napoli. Armati, sarebbero riusciti a sottrargli l’orologio per poi darsi alla fuga in direzione via Antica Consolare Campana, a ridosso dei territori di Villaricca e Qualiano. La vittima della rapina li avrebbe inseguiti per diverse centinaia di metri raggiungendoli nei pressi del bocciodromo comunale.

I rapinatori, come riporta Il Mattino, poco dopo sarebbero stati speronati e scaraventati con violenza contro il marciapiede. Sul luogo dell’impatto sono stati ritrovati alcuni bossoli, un orologio e una pistola.

Il conducente della Smart ha fatto perdere le proprie tracce allontanandosi a piedi, ma sarebbe stato poi individuato e interrogato dai carabinieri.

Le vittime

I due rapinatori morti dopo l’inseguimento, sono entrambi pregiudicati di Sant’Antimo, Domenico Romano, 39 anni, e Ciro Chirollo, 29 anni.

Articoli correlati

Back to top button