Cronaca

Rapina e sparatoria in una gioielleria davanti ad una bimba

Ancora in corso la ricerca dei malviventi che ieri mattina hanno messo in atto una rapina con sparatoria in una gioielleria in via Di Vittorio nel pieno centro di Qualiano. All’interno del negozio aperto da pochi minuti, c’erano la titolare, con la figlia di soli 3 anni e alcuni dipendente. Lo riporta l’odierna edizione del Mattino.

Qualiano, rapina e sparatoria in gioielleria

Secondo una prima dinamica i malviventi, tre per la precisione, sarebbero entrati in azione dopo essere passati da un condotto fognario per poi irrompere nel negozio appena aperto. Nel locale erano presenti la titolare con la figlia di 3 anni e alcuni dipendenti. I rapinatori avevano il viso travisato da caschi da minatori. Uno di loro, armato di pistola, avrebbe esploso un colpo contro le vetrine per intimidire la proprietaria a farsi consegnare ciò che volevano. Il colpo è durato pochi minuti e i malviventi, dopo le minacce di porte, hanno costretto la donna ad aprire le casseforti: così hanno portato via gioielli e contanti occultandoli in due grandi buste. Non è stato ancora quantificato il bottino ma stando alle prime stime avrà sicuramente fruttato migliaia di euro. I carabinieri sono a caccia dei malviventi, e per identificarli potrebbero essere di fondamentale importanza le immagini di videosorveglianza e le testimonianze delle vittime sotto shock.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Back to top button