Cronaca

Rapine in stazioni Eav: 4 arresti nel napoletano

CASALNUOVO DI NAPOLI. Effettuavano rapine e aggressioni presso le stazioni Eav di Calsanuovo e Pomigliano d’Arco. I carabinieri della stazioni di Pomigliano hanno arrestato due giovani, di 21 e 17 anni, provenienti dall’area orientale della periferia di Napoli, già noti alle forze dell’ordine e accusati di rapina e lesioni personali in concorso.

Ai loro arresti si aggiungono quelli di altri due complici, due fratelli di 23 e 41 anni, di Pomigliano d’Arco, già noti alle forze dell’ordine.

 

Le aggressioni a Casalnuovo

 

I due giovani arrestati aggredito un 18enne di Casalnuovo nei pressi della stazione Eav Talona. Messa a segno la rapina, i malviventi sottrassero al ragazzo lo smartphone e qualche contante. Scappati in sella ad uno scooter, furono fermati dai carabinieri in contrada Marcomanna, in seguito ad un inseguimento. I due avevano usato una pistola scenica. Mentre nella clinica di Villa dei Fiori ad Acerra si provvedeva a soccorrere la vittima, il 21 è stato tradotto nella casa circondariale di Poggioreale e il minorenne nel centro di giustizia minorile di Napoli.

 

I complici

 

I carabinieri di Pomigliano d’Arco hanno inoltre arrestato altri due malviventi. I fratelli di Pomigliano avevano compiuto due rapine armati di cacciavite. La prima risale al 3 ottobre nella stazione Eav in via Pratola (vittima una coppia di fidanzati composta da un 23enne e una 20enne); la seconda rapina colpì due casalinghe residenti al Parco degli Amici, derubate di ciò che avevano addosso mentre erano andate a buttare la spazzatura. Nel primo caso, il bottino dei malviventi consistette in uno smartphone, un portafogli e qualche gioiello. Nel secondo le donne gridarono e li misero in fuga.

Entrambi sono in attesa di processo nelle rispettive abitazioni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button