Cronaca

Regista ucraino arrestato a Napoli, Yevhen Lavrenchuk: “Sono cittadino d’Israele”

Un regista ucraino, Yevhen Lavrenchuk, è stato arrestato a Napoli: era ricercato dalle autorità russe dal 10 luglio 2020

Un regista ucraino, Yevhen Lavrenchuk, è stato arrestato a Napoli: era ricercato dalle autorità russe dal 10 luglio 2020, dovendo espiare la pena detentiva di 10 anni. “Sono cittadino d’Israele”

Regista ucraino arrestato a Napoli

Il regista ucraino Yevhen Lavrenchuk, preso il mese scorso sulla base di un mandato di cattura internazionale spiccato dalla giustizia russa ha sostenuto, durante l’udienza di convalida, di avere anche la cittadinanza israeliana.

“Sono cittadino d’Israele”

Lavrenchuk era a Napoli in viaggio da Tel Aviv, dove vive la sorella, diretto a Leopoli. In Israele il regista “trascorre diverso tempo, in quanto ha rapporti istituzionali e ricopre alcune cariche in ambito culturale”. L’uomo era ricercato dalle autorità russe dal 10 luglio 2020, dovendo espiare la pena detentiva di 10 anni per appropriazione indebita comminatagli in contumacia dal tribunale Tagansky di Mosca, il quale però non ha fornito dettagli sulla contestazione di reati finanziari. L’uomo si professa innocente e lamenta una persecuzione politica da parte della Russia, per via delle sue posizioni a difesa dell’Ucraina.

Articoli correlati

Back to top button