Politica

Regolamento per il controllo della refezione scolastica, le proposte

NAPOLI. La commissione consiliare Scuola ha discusso a proposito della modifica del regolamento delle commissioni di refezione.

Partecipazione dei genitori alla commissione di refezione centrale e definizione delle competenze di quella d’istituto: questi i punti salienti della proposta che la commissione Scuola intende elaborare per modificare il regolamento.

In particolare, riprendendo la discussione già avviata l’11 ottobre scorso, la commissione ha dettagliato ulteriormente la proposta, avanzata dalla consigliera Menna (Movimento 5 Stelle) e condivisa dal presidente e dalla consigliera Bismuto (Dema), di prevedere la partecipazione dei genitori alla commissione di refezione centrale, attualmente non contemplata.

Secondo la proposta, dovrebbero essere due i genitori a sedere nell’organismo centrale, uno scelto in rappresentanza delle scuole dell’infanzia comunali e l’altro espressione delle scuole elementari e secondarie di primo grado statali.

Più articolata invece la proposta relativa alla modifica dei poteri di controllo previsti per la commissione di refezione d’istituto. In caso di visita al centro cottura della ditta che fornisce i pasti alle scuole, la commissione deve attualmente comunicare eventuali rilievi al dirigente scolastico.

La proposta è quella di prevedere la comunicazione anche al dirigente amministrativo della Municipalità che, a seguito della comunicazione, valuterebbe la richiesta di ulteriori controlli. Le due proposte di modifica del regolamento saranno trasferite in una proposta di emendamento dopo un’altra riunione che sarà svolta congiuntamente alla commissione Regolamenti.

Articoli correlati

Back to top button