Politica

Rifiuti e tangenti, irrompe Grasso: “A Napoli si dice tengo famiglia”

NAPOLI. Non le manda a dire Pietro Grasso, presidente del Senato uscente e leader di Liberi e Uguali. In merito all’inchiesta avviata dai servizi di Fanpage su rifiuti e corruzione, e che ha coinvolto anche Roberto De Luca, figlio del governatore della Campania, Grasso ha dichiarato: “A Napoli si dice tengo famiglia ed evidentemente si pensa che la politica, fatta secondo una discendenza dinastica, sia un modo di risolvere i problemi personali”.

Grasso contro il Pd

“Questa notizia conferma la presenza in Campania di un’illegalità evidente che coinvolge la politica”, ha sostenuto Pietro Grasso.

 

 

A ciò si aggiunge un tweet al veleno che coinvolge direttamente il Partito Democratico e il suo segretario Matteo Renzi, oggi impegnato nel tour elettorale proprio a Napoli: “Roberto De Luca si difenderà nelle sedi opportune, come è giusto che sia. Mi preoccupa una politica disponibile a lucrare su attività che danneggiano i cittadini come lo smaltimento dei rifiuti e l’imbarazzante silenzio di @matteorenzi e del suo Partito”, scrive Grasso.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button